Opercolarizzazione laparoscopica di linfocele

Opercolarizzazione laparoscopica di linfocele

Il linfocele è una rara patologia caratterizzata dalla creazione di una raccolta extraperitoneale di linfa, che si può verificare come conseguenza di interventi chirurgici che richiedano l'asportazione di linfonodi; per esempio dopo cistectomia radicale o prostatectomia radicale.
Questa raccolta liquida determina compressione sulle grosse vene con il rischio di formazione di trombosi venosa.
In laparoscopia si può facilmente correggere questa patologia creando una comunicazione tra linfocele e peritoneo. In questo modo la linfa potrà essere assorbita dalla membrana peritoneale.

Come viene eseguita l'operazione?
Si introducono i trocars nella cavità peritoneale e si distende la cavità con il gas.
Attraverso i trocars si introducono il laparoscopio, le pinze, le forbici e gli altri strumenti e si inizia il lavoro.
Si rimuovono le aderenze peritoneali se presenti, e si identifica la sede del linfocele.
Per favorire l'identificazione del linfocele si può introdurre nello stesso, per via percutanea, un cistoscopio che con la sua luce permetterà di identificare l'esatta sede della raccolta.
Si crea quindi una finestra tra linfocele e peritoneo. Si posiziona un drenaggio e si rimuovono i trocars.
Questo tipo di intervento laparoscopico è estremamente semplice e permette di risolvere un grosso problema clinico con estrema semplicità e con bassissimi rischi.

Sponsored by AeGi - Powered by DGworld CMS - Copyright ©2005-2018 DGworld